AVVISO : chiarimento su GPS

AVVISO:

si ricorda a tutti i candidati destinatari della procedura di conferimento supplenze da GPS che in caso di rinuncia alla proposta di incarico, mancata presa di servizio o di mancato conferimento di delega all’ufficio per l’attribuzione di posto non precedentemente indicato dal candidatocomporterà, per questo anno scolastico, il  depennamento dalle sole graduatorie provincialiper le supplenze e non dalle graduatorie di Istitutoche non sono interessate in questa fase procedurale.

 

 

SUPPLENZE : la circolare del ministero

il Ministero ha diffuso oggi la consueta annuale circolare con cui impartisce le disposizioni e le istruzioni per l’assegnazione delle supplenze annuali e la stipula dei contratti a tempo determinato.

In attesa dei calendari di convocazione per la stipula dei contratti a tempo determinato, invitiamo il personale alla lettura della circolare della apposita scheda di approfondimento sulle principali novità  legate sopratutto alle operazioni di conferimento delle supplenze e casi di rinuncia.

allegati:

Circolare-Ministeriale-Supplenze-2020-2021

Circolare-m_pi.26841-2020-Supplenze-2020-2021

Scheda_nr._41_-_GPS_supplenze-DEF

AVVISO : sospeso temporaneamente il ricevimento consulenza nelle sedi CISL SCUOLA

AVVISO

dal 10 SETTEMBRE 2020 non sarà effettuata consulenza nelle sedi per impegni scolastici dei consulenti  impegnati nelle formalità di inizio anno .

sarà comunicata la riapertura delle sedi nel pomeriggio (presumibilmente dal mese di ottobre) non appena completati i calendari scolastici

 

PER OGNI RICHIESTA SCRIVERE  A:   CISL.SCUOLA.PISA@GMAIL.COM

INCONTRO UNITARIO PER COMPILAZIONE DELEGA TELEMATICA PERSONALE DOCENTE Procedura telematica di conferimento incarichi annuali a tempo determinato incluso nelle graduatorie ad esaurimento (GAE) e nelle Graduatorie provinciali per le Supplenze (GPS)

LA PRENOTAZIONE DELLA VOSTRA PRESENZA ALL’INCONTRO DOVRA’ ESSERE

REGISTRATA COMPILANDO IL MODULO    CLICCANDO SU QUESTO LINK   https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfLWzxX09O7KtCgoUI651EGSECJt_FTmqQQ5D2kn9xrlIFepA/viewform?usp=pp_url

si terrà presso LA SALA CONGRESSI dell’ HOTEL GALILEI di PISA  Via Darsena, 1 – Pisa   uscita FI-PI-LI – SS1 Aurelia

 il giorno MERCOLEDI’  09/SETTEMBRE/2020  INCONTRO UNITARIO 9 SETTEMBRE 2020

1 gruppo (max 250 persone) dalle ore 08.30 alle ore 13,00 

2 gruppo (max 250 persone) dalle ore 14,30 alle ore 19,00

 INFORMAZIONI PER L’accesso:

misurazione della temperatura all’ingresso con termoscanner

all’interno  indossare mascherina obbligatoriamente

richiesta di nominativo e recapito telefonico

 COSA OCCORRE PER LA DELEGA TELEMATICA :

 venire muniti di tablet o PC portatile (consigliamo di avere le batterie ben cariche)

avere già a disposizione su chiavetta o desktop il file con la scansione del documento identità o patente fronte retro da allegare alla delega.

Avere già chiaro l’elenco in preferenza delle scuole da indicare.

Link scuole provincia Pisa

istituti comprensivi: https://docs.google.com/spreadsheets/d/1_m7JnedWmrEDnBPewMA25UZxyN9pfUDTAnMWDRqz1tM/edit?usp=sharing

istituti superiori:        https://docs.google.com/spreadsheets/d/17zoft6u4GRJ4EWd2q1AS1UI1pYAupMbEAaasTimIqX4/edit?usp=sharing

 

                                                                Procedura telematica di conferimento incarichi annuali a tempo determinato incluso nelle graduatorie ad esaurimento (GAE) e nelle Graduatorie provinciali per le Supplenze (GPS) Si comunica che dalle ore 09:00 di lunedì 07/09 p.v. saranno aperte le funzioni per la scelta sede in modalità telematica per gli incarichi a tempo determinato del personale DOCENTE a.s.2020/2021 I candidati interessati inclusi nelle graduatorie ad esaurimento (GAE) e nelle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) dovranno compilare il modello di delega telematica esprimendo le proprie preferenze accedendo alla piattaforma predisposta seguendo le istruzioni presenti nel Manuale Procedura in allegato.

Il temine di scadenza per la compilazione della delega telematica è fissato per il giorno di giovedì 10.09.2020 ore 12:00.

Il calendario delle operazioni di nomina sarà reso pubblico successivamente.

 

 

la segreteria cisl scuola pisa

Documenti allegati

NOMINE IN RUOLO CALL VELOCE a.s. 2020/21 – assegnazione della provincia nella Regione TOSCANA

DDG n. 513/2020 del 04/09/2020  m_pi.AOODRTO.Registro regionale dei decreti direttoriali(R).0000513.04-09-2020

ELENCO INDIVIDUATI IN RUOLO DAL 01/09/2020    Individuazioni per Call veloce Toscana bis-signed

mancano oltre 50 mila docenti di ruolo e servono regole per i lavoratori fragili

Abbiamo bisogno di indicazioni e regole per i “lavoratori fragili”: i dirigenti non possono operare in modo differente“. A dirlo all’ANSA è la segretaria generale della Cisl Scuola, Maddalena Gissi. Il mondo della scuola è in attesa di una circolare che detta le norme per chiedere gli esoneri. Il lavoratore fragile può lavorare a distanza? Può lavorare con un gruppo ristretto di ragazzi? Può essere sostituito con un supplente? Attinge alla malattia o viene considerato come fosse in ricovero?

Aspettiamo la definizione delle regole, spiega Gissi. Laddove è certificata la fragilità i docenti devono sapere come proseguire la loro attività professionale. Abbiamo bisogno dei dati, con i numeri alla mano potremmo aprire un confronto serio ma non riusciamo a sapere quanto ci sarebbe dovuto in termini di trasparenza“.

L’allarme della Cisl Scuola, al di là dei “lavoratori fragili”, riguarda la mancanza di personale di ruolo: “supereremo le 50 mila unità” di docenti di ruolo mancanti, dice Gissi.

Siamo in attesa della pubblicazione delle graduatorie che appaiono il Mistero di Fatima, ironizza. Dovrebbero essere le più leggibili e semplificate ma nascondono tanti errori e validazioni estemporanee per cui ci aspettiamo che chi era primo diventerà ultimo e che chi vuole andare al nord finirà al sud: le scuole non hanno avuto il tempo di fare le verifiche e hanno validato a campione senza vedere le singole domande“.

A risolvere i problemi non sarà neppure la “call veloce“: “è tanto veloce che riguarderà qualche numero in più delle dita della mano. Non risolverà il problema specialmente sul sostegno. Ci sono 14 mila specializzandi sul sostegno – ricorda infine Gissi – e oltre 10 mila potevano essere assunti ma non si è voluto procedere con una graduatoria dedicata a loro. Hanno fatto un iter dedicato, sostenuto esami, molti hanno una lunga esperienza ma non è stata concessa l’assunzione. Come farsi del male da soli“.

CCNI relativo al MOF, a.s. 2020/21: siglata l’ipotesi di contratto

E’ stata siglata, in data 31 agosto, l’ipotesi di CCNI relativo al MOF per l’a.s.  2020/21. Il confronto sul testo del Contratto Integrativo si era sostanzialmente concluso lo scorso 31 luglio con la conferma dei consueti parametri di distribuzione del MOF e la scelta condivisa tra le parti di aggiungere al FIS le risorse del “vecchio bonus docenti” ormai definalizzato e accessibile anche da parte del personale ATA.

Pur non avendo fatto parte a suo tempo della delegazione trattante di parte pubblica, nell’incontro convocato ieri per la sottoscrizione, è intervenuto il capo dipartimento Istruzione dott. Marco Bruschi, con la proposta di integrare il CCNI introducendo una modifica della Tabella sulla quota variabile della indennità del DSGA, allegata alla sequenza contrattuale del 25 luglio 2008, innalzando da 30 a 45 euro, a carico del MOF, la quota unitaria per la complessità organizzativa.

Veniva proposta, inoltre, una modifica dell’art. 3 della citata sequenza contrattuale, prevedendo l’accesso del DSGA a compensi per attività e prestazioni aggiuntive connesse a progetti finanziati dal ministero dell’istruzione, compensi che la sequenza contrattuale prevede esclusivamente per progetti finanziati da UE e da Enti pubblici e privati, escludendo inoltre per la figura del DSGA l’accesso alle risorse del FIS.

Abbiamo dovuto, non senza fatica, spiegare all’Amministrazione l’impossibilità di sostenere tali proposte, per la semplice ragione che le regole alla base della contrattazione integrativa impediscono di modificare le disposizioni di un Contratto di primo livello, sottoscritto all’ARAN. Come tale si configura la Sequenza contrattuale del 25 luglio 2008, modificabile, pertanto, solo in quella sede.

Non è affatto vero, come postato in alcuni social sulla base di informazioni inesatte o volutamente distorte, che le organizzazioni sindacali abbiano voluto discriminare i DSGA escludendoli da un possibile incremento retributivo riguardante il restante personale: in realtà si è trattato di evitare soluzioni insostenibili alla luce della normativa contrattuale, che avrebbero portato alla bocciatura scontata del CCNI da parte degli organi di controllo, lasciando le scuole senza risorse per il MOF e i DSGA senza indennità di direzione. Un esito inopinatamente non preso in considerazione da chi ha avanzato proposte chiaramente insostenibili e impraticabili, che non si comprende come possano essere ritenute plausibili da chi addebita sui social, alle organizzazioni sindacali, disattenzioni e/o discriminazioni del tutto inesistenti, eleggendo altrettanto inopinatamente a proprio paladino un rappresentante dell’Amministrazione, nella circostanza rivelatosi piuttosto incauto.

È grazie alla fermezza delle organizzazioni sindacali se questo pericolo è stato evitato, facendo sì che le scuole possano ricevere a breve la consueta nota sul programma annuale con la comunicazione delle risorse a disposizione. Peraltro le parti, congiuntamente, hanno sottoscritto una dichiarazione nella quale si conviene sulla necessità di attivarsi per reperire ulteriori risorse volte a riconoscere il maggior impegno di tutto il personale, ivi compresi ovviamente anche i DSGA.

Nei prossimi giorni è prevista un’ulteriore sessione negoziale per definire con apposito CCNI le modalità di ripartizione alle scuole che hanno lavorato alla valutazione delle domande “GPS” delle risorse pari a 4,8 milioni di euro che il decreto-legge 104 (cosiddetto decreto “Agosto”) ha stanziato come incremento del MOF finalizzandolo al riconoscimento di questa attività straordinaria svolta dalle scuole in supporto agli Uffici scolastici. Ovviamente, ancorchè il suddetto decreto-legge preveda che le risorse si aggiungano al MOF, anche al DSGA deve vedersi riconosciuto il lavoro svolto in quanto compito estraneo alle attività di istituto. Con questa affermazione condivisa tra le parti si conclude la nota a verbale allegata all’ipotesi CCNI sottoscritto ieri.

Un’ulteriore sessione negoziale integrativa dovrà essere fatta, infine, per definire criteri e modalità di utilizzo dei fondi previsti dal decreto-legge 22/2020 (cosiddetto decreto “Rilancio”) nel quale è previsto che i risparmi conseguenti alle diverse modalità con cui si sono svolti gli esami di Stato, siano destinati a compensare l’attività di integrazione e recupero degli apprendimenti nel corso dell’a.s. 2020/21.

AVVISO AI DOCENTI IN GRADUATORIA GPS

Si avvisano i Docenti inseriti in graduatoria GPS che la modalità di nomina per incarico annuale  non è ancora stata definita.

gli appuntamenti per la compilazione di un eventuale modulo saranno dati non appena conosciute le modalità.

La segreteria cisl scuola

Troppe irregolarità nelle GPS, evitare ripercussioni sull’avvio dell’anno scolastico

È davvero molto elevato il numero delle irregolarità che si stanno riscontrando nella compilazione delle nuove graduatorie provinciali per le supplenze (GPS), in corso di pubblicazione da parte degli Uffici Scolastici. Il rischio che tutto ciò scateni un contenzioso molto consistente e diffuso, con inevitabili ripercussioni sulle operazioni di nomina dei supplenti, è altissimo. Proprio la necessità di evitare che si determini una situazione del genere, compromettendo il regolare avvio del nuovo anno scolastico, ha indotto i sindacati a chiedere di non utilizzare le GPS per le assunzioni a tempo determinato, attingendo a tal fine dalle attuali graduatorie d’istituto, adottando i provvedimenti necessari a confermarne la vigenza. In tal senso è stato poco fa la richiesta alla Ministra Azzolina un telegramma da parte delle cinque maggiori sigle del settore.
Le scuole devono poter disporre da subito del personale, senza essere esposte al pericolo di dover affrontare ricorsi e rifacimenti delle nomine ad attività avviate. Crediamo che sia questo l’interesse da far prevalere in questo momento.

comunicato-GPS-02092020

Documenti allegati